venerdì 18 gennaio 2013

A RMC ... da Barbara MARCHAND




Il mio pensierino della sera (vecchio come il cucu!)
Salve a tutti. Io sono barbara MARCHAND,  voce che usualmente viene chiamata “Storica” di RMC, quella vera. Dico “vera” perché lo spirito che animava l'emittente nata nel 1966 con Simonetta (mia prof all'Universtà di Nizza che ha sempre negato essere “Lei” al microfono) e con me ( il 18 giugno dello stesso anno) era di gran lunga ben distante di quello attuale. (Non me ne voglia Luisella che stimo e lei lo sa!)
Non sono una nostalgica ma vi posso assicurare di una cosa certa:l'Ascoltatore era sacro e lo percepiva. Io non mi chiamavo allora Barbara MARCHAND ma molto semplicemente Barbara di RADIO MONTECARLO come ci aveva chiesto il nostro DIRETTORE, il Direttore in assoluto Noel COUTISSON (lui si che sapeva che cosa fosse la RADIO!) Dal 1966 a oggi sono cambiate tante cose, è vero e l'ascoltatore forse vuole altro, ma il rispetto per chi ti ascolta va preso in considerazione, sempre, eccome!
Io non ascolto più da molto tempo RMC, un po' perché ho deciso di concedermi un po' di SILENZIO. Non ascolto nemmeno la RAI dove ho trascorso più di 30 anni al microfono. Ma, a volte, per inavvertenza, la becco in macchina, dove becco anche tante altre, ma devo “cambiare”, non ce la faccio! Non dico chi ascolterei e chi no; sarebbe poco carino nei confronti di professionisti che fanno lo stesso mio mestiere. Tutto questo preambolo per far capire che la Radio si deve saper fare e non si può mettere un microfono davanti a chicchessia... 
Io sono fiera di essere Barbara di RMC, ma della “mia” RMC, anche se qualcuno si è voluto scordare della mia piccola persona al momento di scrivere lo storico di RMC: evidentemente do fastidio o sono talmente anonima che mi si scorda facilmente (Sic!)... Ciò non toglie che quello che sta succedendo all'Emittente ( perdita di ascolto e altro) dipende solo dal “manico” che non ha forse la capacità e la personalità per capire ciò che vuol dire OGGI fare radio e pensa solo al suo tornaconto.
A questo punto sono certa che ci si ricorderà di lui, si, ma per la sua disfatta.
Grazie per avermi letta.
BM




Un grazie di cuore a Barbara Marchand voce storica di RMC e poi della RAI nonchè madrina dei giochi invernali televisivi di cui ha condotto " Giochi sotto l'albero " versione invernale di Giochi senza frontiere e " Questa pazza pazza neve " versione italiana di Interneige trasmissione della televisione francese.
Il suo pensierino è una vera e propria chicca per non dire un piccolo cadeau che mi riempie di gioia, una gioia del tutto particolare di una intensità che mi riporta a quando ero un bambino e come tutti, collezionavo le figurine dei calciatori le mitiche " figurine Panini " e nello specifico al momento in cui aprendo le bustine appena comprate dal giornalaio trovai all'interno quella di PierLuigi Pizzaballa portiere dell'Atalanta per lungo tempo introvabile,tanto da valere negli scambi come ben tre Gianni Rivera.
Quella gioia di allora fu talmente grande che ancora oggi a distanza di tantissimi anni è presente in maniera indelebile dentro di me ed il pensierino di oggi di Barbara avrà la stessa valenza, anche se si tratta di una gioia da adulto, perchè a ben leggerlo tra le righe esprime su RMC un'opinione identica alla mia.


Doubleg

25 commenti:

  1. Anonimo18/1/13

    Ciao Barbara, che magnifica sorpresa! No non ti si scorda tanto facilmente pensa che io ti ricordo come fosse ieri mentre conducevi Giochi sotto l'albero avevi uno stile impeccabile ed un accento francese che ti rendeva molto particolare! ti ricordo tutta infreddolita!!!
    Grazie per il tuo pensierino su RMC, vedo che concordiamo sul comportamento del " manico ". A Giuseppe va il mio grazie per avermi dato l'opportunità di leggerti e ritornare indietro nel tempo quando tutto era diverso!
    Ciao Lorena

    RispondiElimina
  2. Anonimo18/1/13

    Ciao Barbara e ben ritrovata, mi ha fatto veramente piacere leggere il tuo pensierino!
    Un caro saluto da Marinella

    RispondiElimina
  3. Anonimo18/1/13

    ciao Barbara, che bello ritrovarti qui, no non ti preoccupare non ti si scorda e se qualcuno l'ha fatto non sa quello che si perde, comunque rimarrai sempre nei miei ricordi di ragazzina e nel mio cuore di adulta, ciao Barbara di RMC(della nostra ex RMC purtroppo) Tiziana

    RispondiElimina
  4. Anonimo18/1/13

    Ciao Barbara e grazie per il tuo pensierino! mamma mia quanto tempo è passato dai tempi di Giochi senza frontiere sai che per me oggi sarebbero attualissimi visto quello che circola in Tv.
    Un caro saluto questa mattina sono stata veramente piacevolmente sorpresa da Giuseppe che una ne fa e cento ne pensa.
    Elisabetta

    RispondiElimina
  5. Anonimo18/1/13

    ciao Barbara che piacere ritrovarti, no non crucciarti non ti si può scordare ... io sono una ascoltatrice di vecchia data di RMC a cui la radio attuale non piace per niente e lo dice FORTISSIMO come ho scritto nel mio pensierino sgangherato.
    Ho piacere che tu abbia con il tuo pensierino fatto capire cosa vuol dire fare la Radio con la r maiuscola in maniera seria.
    Ti saluto caramente
    Rosy

    RispondiElimina
  6. Anonimo18/1/13

    Grazie Giuseppe per aver ospitato Barbara di RMC e grazie a Barbara per aver ricordato perche' tutti noi ascoltatori abbiamo ascoltato RMC e ce ne siamo innamorati: perche' l'amore ERA corrisposto. Annamaria

    RispondiElimina
  7. Anonimo18/1/13

    Ciao Barbara, e chi ti scorda! sarebbe impossibile non rivederti in mezzo al freddo dei Giochi sotto l'albero .. che bei tempi non so se i giovani di oggi potranno mai apprezzare quello che abbiamo avuto la fortuna di poter vivere noi : la semplicità!
    Di RMC questa mattina non ne parlo perchè avendo comiciato benissimo la mia giornata leggendoti e ritrovandoti mi basta e avanza.
    Un abbraccio e grazie per il bel regalo!
    Manuela

    RispondiElimina
  8. Anonimo18/1/13

    Wow .. chi si rivede, che bello ritrovarti dopo tanto tempo ma dai non scherzare come si fa a dimenticarti la tua parlata alla francese è e rimarrà indimenticabile.
    Il tuo pensierino è molto chiaro in merito alla attuale situazione di RMC, sai cosa mi dispiace che se continua di questo passo la dirigenza porterà alla morte la Radio di Gran Class!
    Salutissimi...
    Ester

    RispondiElimina
  9. Anonimo18/1/13

    Una perla luccicante e di inestimabile valore questo intervento di Barbara che, una volta di più, ci fa capire quanta differenza c'è di classe, di educazione e rispetto tra periodo della vecchia Radio Montecarlo e quello attuale. Quasi fossero due mondi diversi... E allora lui piccolo popolo di storditi abbiamo l'obbligo di proseguire in questa nostra protesta per portare avanti i valori che non possono andare persi così del vento senza che si faccia nulla. Grazie Barbara, grazie Beppe. (agostino-Monza)

    RispondiElimina
  10. Anonimo18/1/13

    Che dire? Una sintesi perfetta! Semplicemente Fantastica! Di gran class come era una certa radio che ora non c'è più.
    Grazie Barbara e grazie Giuseppe!

    RispondiElimina
  11. Anonimo18/1/13

    Cara Barbara, grazie di aver "creato" RMC.. quella RMC a cui sono fortemente legata, le tue parole mi fanno capire che forse tanto.. tanto.. in torto non siamo !!!! Chissà che qualcuno prima o poi. se ne renda conto !!
    Patrizia di Torino

    RispondiElimina
  12. Anonimo18/1/13

    Parole sante ... Luisella una volta mi scrisse : Certe frasi parole fanno un gran bene al cuore ..! E vero ! Ancora grazie Barbara e Giuseppe .
    Paolo

    RispondiElimina
  13. Anonimo18/1/13

    Cara Barbara, ma chi non ti ricorda? la tua bellissima voce (che ancora oggi è quella di allora) e l'affascinate accento francese. Ti prego di credere,non è adulazione, a che scopo? E' soltanto che ti ricordiamo in tanti e ricordiamo ciò che era RMC e per noi TU ERI RMC. E' vero che i tempi cambiamo ma lo stile no, non può cambiare così. Un bacio con tanto tanto affetto. Alessandra

    RispondiElimina
  14. Anonimo18/1/13

    Cara Barbara, che per me sei Barbarella... Io ti ho conosciuta in tutti altri ambiti, non sapendo neanche minimamente chi tu fossi o rappresentassi, solo seguendoti, ho scoperto (e non del tutto)ciò che sei stata per la radio o per la tivù
    Una cosa però abbiamo in comune, io e i tuoi fan: il piacere immenso di ascoltarti e di accogliere quello che tu, da persona che stimo di tutt'altro livello, per la tua signorilità, sincerità e onestà, hai ancora da condividere con tutti noi. Mi ritengo onorata di averti conosciuta
    Un abbraccio immenso, con infinito affetto. AntoPM

    RispondiElimina
  15. Anonimo18/1/13

    Grazie Barbara del pensierino su una radio montecarlo che ha accompagnato quotidianamente le mie giornate di una giovinezza che ora non c'é più come, purtroppo, non c'è più una rmc di classe, qualità e signorilità.
    Bei tempi quelli passati...
    Emilio

    RispondiElimina
  16. Grazie Barbara per avermi dato la possibilità di leggere questo tuo pensiero... un dolce abbraccio con affetto

    RispondiElimina
  17. Sono Barbara e approfitto di questo spazio per ringraziarVi tutti, nessuno escluso. Non avrei mai immaginato di suscitare tanto affetto, tanta stima e tanti....ricordi. Sono io che devo ringraziare Voi, senza alcuna piaggeria, per avermi permesso di fare il più bel mestiere del mondo, perchè senza il vostro ascolto, attento o distratto poco importa, sono ESISTITA e ho lasciato, come posso constatare, un bel segno. Grazie ancora. La Radio di classe si può ancora fare ma, ripeterò fino all'infinito, forse, bisogna saperla fare...(senza "forse"!)

    RispondiElimina
  18. Cara Barbara,
    sappiamo bene oggi chi va in TV e in radio. Basta NON essere esperti e cioè non capire o capire poco della materia da trattare e ti prendono immediatamente. A volte con orrore 'sento' (senza guardare ovviamente) in tivvù quelle trasmissioni idiote che riguardano la musica... so che a fare i testi ci sono dei poverelli trentenni più o meno, che preparano testi per dei periodi musicali nei quali nemmeno erano nati a sui quali quindi non sanno nulla, solo 'sentito dire' e la "rete" (se non la chiami così non capiscono cosa sia internet. Altri tempi cara Barbara, quando la professionalità pagava e per parlare ad un telegiornale bisognava essere esaminati e non parlare i dialetti della nostra bella Italia. Buone cose e Buona Musica!!!

    RispondiElimina
  19. Anonimo19/1/13

    Dimenticare te è impossibile. A parte il fatto che hai fatto innamorare tantissimi ascoltatori , hai regalato al mondo un "modo di fare conduzione" con uno "spessore" culturale - emotivo che dovrebbe essere una linea guida per chi affronta con umiltà questo mestiere . Peccato che il mondo della radiotrasmissione sia diventato come un popolo che dimentica il proprio passato e per inciso.. " non può avere un futuro se non ricomincia a ricordare"

    Giorgio Perkins

    RispondiElimina
  20. Anonimo19/1/13

    L'ennesima dimostrazione che semplicità e leggerezza non si devono confondere con banalità e superficialità...Grazie a Barbara ed a Giuseppe! Olga

    RispondiElimina
  21. Anonimo19/1/13

    Io che sono un po' più giovane e non ascoltavo RMC ai tempi in cui Barbara vi lavorava, ho letto con tantissimo piacere tutti i messaggi scritti in risposta al suo Pensierino...
    Una perla luccicante e preziosa, come dice Agostino, e lo si comprende facilmente...
    Sembriamo quattro gatti a lamentarci per quello che sta succedendo alla nostra Radio del cuore, ma leggo tra le firme nomi mai letti prima, che, evidentemente, seguono con attenzione la vicenda...
    RMC dovrebbe prestare maggiore attenzione ai quattro gatti portavoce...!
    Grazie Barbara, e grazie Giuseppe!
    Paola

    RispondiElimina
  22. Che piacere leggervi Barbara e Giuseppe, due persone squisite,preparate e soprattutto che sanno quello che scrivono.
    Di Barbara ho apprezzato la sua professionalità dai microfoni della RAI, dove come scrive Giorgio ha fatto innamorare tantissimi ascoltatori, me compreso.
    Di Giuseppe che dire se non che lo leggo da illo tempore e trovo che abbia un modo di comunicare diretto che rende la sua scrittura fruibile a chiunque, e poi è uno di quelli che " non se la tira " e questo non è poca cosa al giorno d'oggi; un professionista che è stato con viaggiareineuropa l'apripista dell'invasione dei siti di viaggio in rete.
    Ovviamente ascolto anche io RMC e concordo con quanto scritto da Barbara e Giuseppe al riguardo e non ho alcun dubbio sul fatto che Giuseppe abbia saputo con il suo pensierinodellasera catalizzare l'attenzione in merito alla vicenda di RMC, una radio che sta perdendo colpi su colpi e come ho letto non trova di meglio che disattendere le indicazioni che gli giungono dai suo ascoltatori, e questo penso che la dica lunga su che tipo di Class circola di questi tempi a RMC.
    Grazie ancora a Barbara e Giuseppe
    Mario

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a TUTTI, davvero!!!!
      barbara

      Elimina
  23. Mi associo a Barbara nel ringraziare quanti hanno voluto lasciare un loro gradito commento su questo pensierino.
    Che altro aggiungere ... chi ha seminato bene come Barbara raccoglierà sempre i suoi frutti, mentre a chi seminerà vento toccherà sempre e solo tempesta!
    Ancora grazie!

    RispondiElimina
  24. Anonimo24/1/13

    E si, ha scritto bene Barbara, l'ascoltatore se ne accorgeva, lo percepiva...non sarebbe altrimenti se, dopo decenni, ancora ricordiamo trasmissioni mitiche, conduzioni intelligenti, prive di ogni forma di volgarita'...e che hanno fatto storia! Il dramma e' che la radio, oggi, come ha ben evidenziato qualcuno, e' in mano a 30enni in carriera, senza fantasia, senza creativita', che nulla sanno degli anni passati, mossi solo da interessi economici, pressati e venduti a case discografiche senza scrupoli! Cambiate mestiere o tornate a casa a giocare alla playstation!

    RispondiElimina